LA CHIESA PROTESTANTE DEL BELGIO APRE LA PORTA AI PASTORI OMOSESSUALI

BRUXELLES – La Chiesa protestante del Belgio apre la porta ai pastori omosessuali, ha fatto sapere domenica 14 giugno. “Il Sinodo della Chiesa protestante unita del Belgio Sinodo ha deciso nella riunione di questa sabato di non considerare l’omosessualità come un ostacolo alla possibilità di esercitare il ministero pastorale”, ha precisato in un comunicato.
Secondo il testo, un gruppo di lavoro in cui è stato rappresentato ogni distretto della Chiesa, aveva preparato questa riunione straordinaria del Sinodo protestante, sul tema “Omosessualità e pastorato”. Questo gruppo di lavoro ha elaborato una raccomandazione che è stata inviata a tutte le chiese locali perchè esse ne discutessero prima di farla oggetto di discussione a livello regionale e, infine, di un un voto a livello nazionale.
“Sono orgoglioso della mia chiesa, dell’apertura e del rispetto in cui la discussione ha avuto luogo”, ha detto il presidente del Sinodo, Steven H. Leak.
Qualche anno fa il Sinodo protestante, il cui corpo pastorale è composto dal 15% di donne, aveva già deciso che in parallelo al matrimonio fosse possibile chiedere la benedizione di coppie dello stesso sesso in un culto.

Fonte: Sudinfo.be

Traduzione dal francese di Andrea Panerini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *