LA CHIESA PROTESTANTE UNITA È ENTRATA A FAR PARTE DELL’INTERNATIONAL COUNCIL OF COMMUNITY CHURCH (ICCC) E DEL CONSIGLIO ECUMENICO DELLE CHIESE

FIRENZE – La Chiesa Protestante Unita è da oggi membro effettivo dell’International Council of Community Churches (ICCC), un’associazione internazionale di Chiese protestanti e cattoliche indipendenti (quindi non in comunione con il Papa di Roma) presenti nel Nordamerica, in Europa e in Africa. Essa conta, a livello mondiale, oltre 150 congregazione e circa 120.000 membri di Chiesa attivi. Tramite questa adesione la Chiesa Protestante Unita è anche ufficialmente membro del Consiglio Ecumenico delle Chiese (CEC).
«Siamo estremamente felici che la nostra domanda di adesione sia stata accettata – dichiara il Decano della Chiesa Protestante Unita, Rev. Andrea Panerini – non solo perchè si tratta di un primo importante riconoscimento internazionale per la nostra giovane Chiesa che ci permette di entrare nella maggiore assise ecumenica, cioè il Consiglio ecumenico delle Chiesa, ma soprattutto per le prospettive di fraternità e di pluralità in Cristo che l’ICCC rappresenta. Stiamo anche presentando la domanda di adesione alla Federazione Mondiale Luterana, perchè ci sentiamo e siamo a pieno titolo in quella identità confessionale in quanto Chiesa luterana di lingua italiana, al pari della CELI che è Chiesa luterana di lingua prevalentemente tedesca. Speriamo – conclude il Rev. Panerini – che piccole beghe tutte italiane non ci impediscano di far parte anche di quest’altra grande e importante assise internazionale.»

1 Commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*