IL PARLAMENTO TEDESCO HA APPROVATO I MATRIMONI GAY

BERLINO – Il Bundestag – la Camera elettiva tedesca – ha approvato a larga maggioranza il matrimonio egualitario. Un voto storico in Germania che rende possibile la parificazione delle unioni gay con i matrimoni eterosessuali. Hanno votato sì 393 deputati, hanno votato no in 226 e 4 si sono astenuti. La legge è stata proposta dall’Spd (Partito Socialdemocratico Tedesco), e ha ricevuto il via libera anche di Angela Merkel che, incalzata dagli alleati socialdemocratici e dall’opposizione ha lasciato ai deputati della Cdu (i cristiano sociali) libertà di coscienza per non dar modo alle opposizioni di sfruttare questo argomento nella imminente campagna elettorale (si voterà a settembre). La Linke (Sinistra radicale) e i Verdi (che assieme all’Spd formano la maggioranza assoluta dell’assemblea anche se i socialdemocratici governano in “grossa coalizione” con il centrodestra della Merkel) hanno subito dato la loro approvazione alla legge che è insabbiata al Bundestag da oltre quattro anni. Ma la cancelliera ha votato no: «Per me il matrimonio è fondamentalmente un’unione fra uomo e donna, e per questo ho votato contro – ha spiegato dopo la votazione – è stato un dibattito lungo intenso ed emotivo, e spero ci sia rispetto per entrambe le parti» auspicando che comunque la legge approvata oggi promuova il rispetto delle differenze, la pace e la coesione sociale.
La cancelliera ha ricordato che negli ultimi anni in Germania erano già state eliminate tutte le discriminazioni contro le coppie gay e mancava il diritto di adottare bambini. Dopo aver riflettuto molto sul benessere dei bambini la Merkel ha concluso che l’adozione dovrebbe essere possibile anche per le coppie omosessuali. Tuttavia, a suo parere, l’articolo 6 della Costituzione tedesca, affermando che «il matrimonio e la famiglia sono sotto la speciale protezione dello Stato», si riferisce al matrimonio tra un uomo e una donna.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*